Comitati

Nel 2002, più precisamente tra maggio e giugno, vari gruppi di cittadini che si occupavano già di problemi relativi alla difesa della salute e dell’ambiente, riconobbero nella Tangenziale un problema comune  dando vita al Coordinamento Cittadino Contro l’Inquinamento da Traffico, poi diventato Contro l’Inquinamento da Tangenziale, che inizialmente comprendeva le Delegazioni di zona Terraglio, Borgo Forte e Catene Villabona, il Comitato Cittadini Cipressina, il Comitato di via Fradeletto, il Comitato contro il traffico in centro, la UISP Comitato Provinciale Venezia, un Gruppo di Cittadini via Galuppi e Comitato due torri .

Rricordiamo i più attivi nella promozione del coordinamento.

Terraglio & Dintorni

 

Siamo una libera associazione di persone, apartitica, senza scopi di lucro e ci proponiamo di:

>  occuparsi del territorio del Terraglio e dintorni, delle problematiche relative alla residenza, all’ambiente, alla viabilità e di tutte le attività legate allo sviluppo della vita sociale e della comunità del territorio.

>   attivarsi per la promozione di attività culturali, ludiche, formative, sociali, assistenziali e a qualsiasi attività che ritiene utile allo sviluppo della convivenza civile del Terraglio;

>  promuovere e rappresentare le istanze legate agli scopi associativi verso istituzioni pubbliche e private ed in tutte le sedi idonee;

>   partecipare ad organismi pubblici e privati, ad associazioni, federazioni, enti, fondazioni, centri studi, società di capitali, nei quali sia prevista la rappresentanza associativa;

>   promuovere, aderire, partecipare a campagne, che abbiano finalità e scopi non contrastanti con quelli propri e che consentano il rispetto dell’autonomia dell’Associazione.

 


 

COMITATO  PER LA DIFESA  DELLA QUALITA’ DELLA VITA  DEGLI  ABITANTI LE VIE  DA VERAZZANO,  FRADELETTO, VESPUCCI, SANSOVINO E ZONE LIMITROFE (Giuridicamente Costituito e Registrato all’Ufficio del Registro di Mestre il 14.04.1999 – A. PRIVATI)

 

Comitato per la difesa …., altrimenti denominato ”COMITATO DI VIA FRADELETTO“.

Costituitosi con atto registrato all’Ufficio del Registro il 14.04.1999 – Atti PRIVATI.

Sede:  via Spalti 34 – 30173 Mestre – Tal 041.5350322 – Fax 041.2669105 –

           E-mail: geopesca@virgilio.it

 

Obiettivi Statutari:

–         salvaguardare la qualità della vita degli abitanti della zona gravemente minacciata dal traffico e dall’inquinamento causato dalla                    realizzazione di un viadotto che crea un rapido collegamento Tangenziale-Venezia passante per il centro della città di Mestre;

–         bloccare ogni iniziativa atta ad aumentare la viabilità sul detto asse viario;

–         ridurre la velocità ed il livello di inquinamento atmosferico ed acustico;

–         allontanamento del traffico di attraversamento deviandolo sulla SS. 14 bis

–         restringimento delle carreggiate e plantumazione di alberi nel centro strada.

 

Primo Presidente: Dott. Fabio Toffanin

Attuale Presidente: Geom. Luciano Pescarollo.

 

Il Presidente

Geom. Luciano Pescarollo

 


 

UISP Comitato Provinciale di Venezia

Via Rizzardi 48  30175 Marghera VE

Sito: www.uisp.it/venezia

 

L’Unione Italiana Sport Per Tutti – UISP è una associazione nazionale fondata nel 1948 con sede a Roma.

L’UISP è riconosciuta dal CONI come Ente di Promozione Sportiva;

L’UISP è riconosciuta dal Ministero dell’Interno come Ente avente finalità assistenziale e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali come Associazione di Promozione sociale.

 

Al Comitato Provinciale di Venezia aderiscono più di 200 associazioni sportive e circa 16.000 cittadini.

 

L’UISP è un’Associazione democratica che ha lo scopo di affermare la pratica sportiva come un diritto primario di tutti i cittadini. A tal fine, l’UISP promuove sport a misura degli individui, delle loro differenze di sesso, di età, di condizione fisica e di motivazioni: dalla tutela della salute alla difesa dell’ambiente, dalla solidarietà sociale alla riscoperta espressiva del movimento, dalla liberazione del corpo alla socializzazione, dal senso dell’avventura al piacere della gara disinteressata.

 

L’U.I.S.P. sostiene i valori positivi dello sport contro ogni forma di sfruttamento, di alienazione, di inquinamento ambientale e farmacologico, di doping, nonché contro ogni ingiustizia, discriminazione, emarginazione, contro ogni forma di razzismo e di violenza.

 

Perché l’UISP Comitato Provinciale di Venezia aderisce al Cordinamento dei Cittadini contro l’inquinamento della Tangenziale – CoCIT ? Quando le autorità sanitarie raccomandano ai cittadini sui giornali di non fare sport all’aria aperta, noi che siamo un’associazione di cittadini sportivi, dovremmo restare indifferenti ? Questa è la prima ragione. L’UISP connota sempre le sue attività con l’impegno per i diritti, l’ambiente e la solidarietà. L’ambiente è dunque sempre presente nei nostri programmi.

La nostra è un’idea di sport per tutti i cittadini, di tutte le età, di tutte le abilità e i cittadini che noi organizziamo non sono diversi dagli altri. Abbiamo gli stessi problemi di tutti e quindi crediamo sia giusto che il nostro movimento sia attivo e presente nella società.

 


 

 

 

Il Comitato Cittadini Cipressina è un’associazione civica da anni impegnata nel dar voce alle istanze dei cittadini connesse al territorio della Municipalità. L’associazione ha sede in località Cipressina, ove i cittadini si riuniscono periodicamente per la discussione delle problematiche di volta in volta sottoposte dalle istituzioni locali.

Unico criterio di selezione dei temi è l’interesse locale, che ha comportato l’intervento del C.C.C. in settori molto vari e diversificati: dalla viabilità all’urbanistica, all’ordine pubblico, alla cultura, alle relazioni sociali, all’ambiente.

Il Comitato ha organizzato iniziative culturali, quali il concerto di musica lirica e per pianoforte del maestro V. Ussardi e della figlia Anna, all’interno dell’auditorium di Via Ciardi; iniziative inter-etniche, giochi per bambini, concerti, e la celebrazione di una S. Messa, al parco Hayez.

 

In particolare il Comitato si è impegnato:

·         In collaborazione con il COCIT (comitato contro il traffico in tangenziale), contro l’inquinamento prodotto dal traffico veicolare in transito sulla tangenziale di Mestre e per l’installazione di barriere verdi lungo il tratto  interessante la Cipressina;

·         Per la messa in sicurezza di Via Castellana, ha partecipato a manifestazioni e  dibattiti per la creazione di piste ciclabili, passaggi pedonali e parcheggi;

·         Per la lotta alla cementificazione selvaggia di Via Caravaggio, fonte di grave ed irreparabile impatto ambientale, urbanistico ed idraulico, con specifico riferimento ai fenomeni drammatici ed attuali di allagamento, dovuti alla crescente impermeabilizzazione del suolo;

·         Per la difesa del locale parco Hayez dagli effetti della speculazione edilizia: infatti, avendo il  Comune di Venezia rilasciato concessione edilizia  per l’edificazione del nuovo Centro Direzionale/Commerciale ”Caravaggio“, ed essendo in fase di studio l’edificazione di alcune torri residenziali limitrofe, è stato deciso di scaricare tutta l’invarianza idraulica di queste nuove edificazioni sul futuro parco Hayez, realizzando un canale lungo circa 133 m, largo 4,5 e profondo 1,50 m., nonché una estesa vasca di laminazione.

 

Il parco Hayez è rimasto l’ultima bella area verde della Cipressina, e dopo i problemi delle scorse stagioni, grazie alla nuova gestione del gruppo “Amici del Parco Hayez”, di cui il Comitato Cittadini Cipressina fa parte, l’area, nei giorni festivi e prefestivi, è utilizzata da più di 500 persone ed a questo punto, per i residenti, è diventato obbligatorio l’ampliamento del Parco.

E’ nato a tal proposito il gruppo Insieme a difesa del Parco“, che il Comitato Cittadini Cipressina ha deciso di aiutare, e che ha come obiettivo quello di chiedere al Comune di Venezia e ai costruttori di abbandonare il progetto di invarianza idraulica sul Parco, trovando un sito più idoneo.

Il successo del Parco Hayez di questi giorni è un segnale chiaro di come il parco debba essere ampliato e reso completamente fruibile dalla cittadinanza.